Per Corriere della Sera e ViaggioSport
Marco Belinelli torna ai playoff con i Philadelphia 76ers, una squadra giovane e ricca di talenti.
Nelle semifinali della Eastern Conference contro i Boston Celtics, i 76ers perdono gara 3 ai supplementari per un a serie di piccoli errori e turnover. Come nelle 2 partite precedenti, la squadra di Philly va molto vicina all vittoria, ma pecca nel finale.
Una partita emozionante, con Belinelli grande protagonista, soprattutto alla fine dell’ultimo quarto. Dopo aver conquistato un fallo e realizzato due tiri liberi fondamentali, Belinelli effettua l’ultimo tiro del quarto quarto di gara. Sembra un tiro da 3 punti e la Wells Fargo Arena inizia a festeggiare la vittoria. La pioggia di coriandoli e le urla dei tifosi vengono interrotti dalla decisione arbitrale dettata dalla moviola: il tiro di Marco era da 2 punti e la partita deve proseguire con i supplementari. È difficile mantenere la concentrazione quando pensavi di aver vinto e avevi già iniziato a celebrare. I compagni di squadra avevano persino sollevato Belinelli da terra in segno di trionfo.
Cosa sta mancando a questa squadra a fine partita? “Sicuramente un po’ di esperienza” commenta il nostro Marco Belinelli. ” Sono una squadra molto forte”,” molto fisica”, sanno come vincere e l’hanno dimostrato.
Cosa si deve cambiare per vincere la prossima gara?
“La prima cosa deve essere mentale. Dobbiamo restare fiduciosi, positivi e crederci fino alla fine” commenta Belinelli.
“Siamo sotto 3-0. Nella storia non c’e’ mai stato nessuno che sia riuscito a ribaltare la situazione, però è giusto e professionale crederci e combattere” aggiunge l’azzurro di San Giovanni in Persiceto.
Durante i playoff c’è ancora spazio per il divertimento o la pressione è davvero troppa?
Guarda il video, metti mi piace e segui il mio canale YouTube.

Advertisements