Connect with us

NBA

Basket: Finals NBA, a Boston gara-1 grazie a ultimo quarto esplosivo

celtics

For LaPresse wire service

Di Valeria Rubino

Celtics-Warriors 120-108

San Francisco (California, Usa). 3 giu. (LaPresse) – I Boston Celtics hanno vinto gara 1 delle finali Nba contro i Golden State Warriors a San Francisco, con il punteggio 120-108.

Video anche su Corriere TV del Corriere della Sera

Celtics alle Finals dopo 12 anni

Tornati alle Finals dopo 12 anni di assenza, i Celtics hanno chiuso con un ultimo quarto esplosivo: 40 punti, di cui nove triple, contro i 16 punti della squadra di casa. Un differenziale di 21 punti ed una risposta pazzesca ad un terzo quarto in cui la partita sembrava ormai nelle mani degli avversari.

Al Horford miglior marcatore. Record di triple per debutto in finale

Miglior marcatore è stato Al Horford con 26 punti, 6 rimbalzi e 3 assist. “Steph Curry ha iniziato a segnare tripla dopo tripla. Siamo rimasti concentrati ed abbiamo provato a migliorare la strategia difensiva”, ha spiegato il veterano dei Celtics, che oggi compie 36 anni. Horford è finalmente riuscito ad arrivare alle Finals dopo ben 141 partite giocate nei playoff durante la sua carriera.

All’inizio dell’ultimo quarto i Celtics avevano un deficit di 12 punti (80-92). A sei minuti dalla fine, sono tornati in vantaggio. Qual è stato il loro approccio di squadra? “Soltanto continuare a giocare. Era il nostro messaggio durante tutta la partita. I Warriors sono una squadra eccezionale. Noi dovevamo giusto continuare a giocare senza arrenderci. Ed è andata cosí. Non è stata la nostra miglior partita, ma abbiamo continuato a combattere e a cercare la strategia per vincere”, ha aggiunto Horford.

Le sue sei triple realizzate in gara 1 sono un record per un giocatore al suo debutto in una finale Nba. Ogni cestista dei Celtics sceso in campo in gara 1 era alla sua prima partita nelle Nba Finals.

Ottima prestazione per Jaylen Brown

Grandissima prestazione nell’ultimo quarto per Jaylen Brown, che ha chiuso con 24 punti. “Siamo a prova di battaglia,” ha detto subito dopo la partita. “Ne abbiamo passate tante, molta esperienza, tante partite perse. Sappiamo cosa ci vuole per vincere. Il merito è di ogni giocatore nel nostro spogliatoio, dal primo all’ultimo. Siamo un grande gruppo, resistente. Una catena è tanto forte quanto il suo anello più fragile”, ha spiegato il 25enne di Atlanta. “A volte leggo le cose in maniera sbagliata, sono umano. Commetto errori. Ma credo che la maggior parte delle volte che ho il pallone in mano riuscirò a metterci nella condizione di vincere. Stasera ho carburato nell’ultimo quarto. Ho avuto grosse intuizioni. Abbiamo iniziato a segnare e siamo riusciti a recuperare e vincere”.

Jayson Tatum solo 12 punti, ma 13 assist

La star di Boston Jayson Tatum ha realizzato solo 12 punti, ma è riuscita nel suo intento di aiutare i suoi compagni in altri modi: da non sottovalutare i suoi 13 assist. Qual è per Tatum la sensazione quando non tira benissimo, ma riesce a vincere? “Deliziato,” ha detto. “40 punti nell’ultimo quarto? Jaylen Brown è stato fantastico. Al, Payton. Canestri importanti e abbiamo vinto. Pochi tiri realizzati per me, ma ho provato ad avere un impatto in atri modi. Siamo alle finali. Mi interessava solo vincere. E cosí è stato. È l’unica cosa che conta. Non mi aspetto di tirare cosí male nelle prossime partite, ma se è ciò che serve per vincere, allora va bene così“, ha aggiunto.

Marcus Smart

“Bisogna credere in ciò che abbiamo fatto tutto l’anno”, ha commentato Marcus Smart, altra pedina fondamentale per il Celtics con 18 punti in gara 1. “Non era la prima volta che ci trovavamo in una situazione di svantaggio simile, né in questa partita né tantomeno durante la stagione. Siamo arrivati con un piano e dovevamo solo continuare a rispettarlo. L’abbiamo fatto e la partita è cambiata”.

Prima sconfitta in casa per i Warriors nei playoff 2022. Curry record 21 punti nel primo quarto

I Warriors hanno perso in casa per la prima volta durante questi playoff, ma il primo quarto di Stephen Curry è passato alla storia: 21 punti, di cui sei triple, il punteggio più alto realizzato da un giocatore nel primo quarto negli ultimi 50 anni.

40 triple: Record per una finale NBA

I Celtics (21) e i Warriors (19) hanno realizzato in totale 40 tiri da tre punti, il numero maggiore in una finale Nba. Un altro segno che la pallacanestro sta cambiando.

Nella storia, la squadra che si è aggiudicata gara 1 nelle Finals ha poi vinto il campionato nel 70.7% dei casi.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

More in NBA