https://youtu.be/nqLXft0Goko

Per Corriere della Sera e ViaggioSport
Un’altra performance da 30 punti per Giannis Antetokounmpo nella vittoria contro i Brooklyn Nets. Contento della prestazione della squadra? “Una vittoria è una vittoria indipendentemente da come giochi, ma nei primi 2 quarti non eravamo concentrati” dice a ViaggioSport il Greek Freak. “Però siamo alla fine di una lunga serie di partite fuori casa e, in momenti come questo, non vedi l’ora di tornare a casa e dormire nel tuo letto” aggiunge.
“È stata una lunga trasferta, iniziare con una sconfitta può demoralizzare, ma siamo una squadra tosta e finire con 4 vittorie consecutive fuori casa dice tantissimo su questo gruppo e sul suo potenziale” commenta il giocatore greco.
-Sarai il capitano di una delle due squadre che si affronteranno nell’All star game. Che vuol dire per te?
“Significa tanto, ringrazio i fan che mi hanno votato. Apprezzo molto anche che i giocatori di questa lega mi stimino tanto da ritenermi tra i migliori della eastern conference e da scegliermi come capitano. Darò il massimo per rappresentare i Milwaukee Bucks, la mia famiglia, la città di Milwaukee e il mio paese, la Grecia” dice Giannis.
“Non ho ancora fatto una lista perché mi sono detto: perché fare una lista di giocatori che voglio in squadra, giocatori che non penso avrò perché li sceglierà LeBron per primo? Ma proverò a formare una squadra che giocherà con grinta. Opterò per giocatori giovani.
Credo che sceglierò Steph Curry perché mi ha scelto per primo lo scorso anno e devo ricambiare il favore. E poi penso che andrò a caso. Ma voglio provare a scegliere giocatori al primo anno o al loro primo All Star. E certamente Khris (Middleton, Milwaukee Bucks”.